Editoriale

da MArte

Vi racconto come Nicolas Berggruen e Anish Kapoor cambieranno Venezia

di Mario Codognato

Mario Codognato, direttore delle Fondazioni Berggruen e Kapoor, traccia per noi la rotta delle due nuove istituzioni

In una primavera portatrice, per definizione, di nuove energie, Venezia ingrandisce la sua geografia artistica, dando il benvenuto a due interlocutori che, negli anni a venire, regaleranno una linfa inedita al sestiere di Cannaregio. L’artista Anish Kapoor e il filantropo Nicolas Berggruen riattivano rispettivamente Palazzo Manfrin e Palazzo Diedo, trasformandoli in luoghi di ricerca creativa.

Manfrin Project rappresenta e suggella un rapporto straordinario e ininterrotto con la peculiare dimensione di Venezia, sospesa tra il peso della tradizione e del passato e il suo ruolo contemporaneo e globale di hub dei linguaggi artistici del nostro tempo attraverso le rassegne della Biennale Arte e dei musei e delle fondazioni della città. Il progetto ambisce ad avanzare un nuovo apporto all’offerta culturale veneziana e internazionale, a diventare e a delineare un centro polivalente di esposizione e sperimentazione artistica, aperto a tutte le sinergie tra le arti, tra arte e scienza, e tra arte e dibattito politico sui grandi temi che attraversano il nostro tempo, in collaborazione e dialogo con le istituzioni e le realtà accademiche della città. Nell’Ottocento, a Palazzo Manfrin era conservata una delle collezioni d’arte più sensazionali di Venezia, seconda solo alle Gallerie dell’Accademia: Manfrin Project è un dono, un omaggio da parte di Kapoor a una città che ha segnato alcune tra le tappe più importanti e celebrate del suo quarantennale percorso artistico.

La volontà di rinsaldare il legame con la tradizione lagunare è anche alla base della scelta operata da Nicolas Berggruen, che ha individuato in Palazzo Diedo – per lungo tempo associato a una delle storiche famiglie veneziane ‒ il contesto ideale in cui sviluppare un nuovo polo creativo nel cuore della città. All’interno dell’edificio, Berggruen Arts & Culture, l’organismo creato dal filantropo di origini parigine, ospiterà mostre, simposi, installazioni e un programma di residenze d’artista inaugurato da Sterling Ruby in concomitanza con la 59. Biennale d’Arte. Dopo aver trascorso una lunghissima parte della mia carriera lontano dalla città in cui sono nato e dal luogo che mi ha formato, sono quindi entusiasta di essere di nuovo a Venezia, e di affiancare Nicolas Berggruen nella realizzazione di questo nuovo polo creativo che è così promettente. Come Nicolas, credo nell’arte che parla al pubblico, che ci induce a pensare in modo diverso e che innesca discussioni ‒ e credo che la città di Venezia non abbia soltanto un passato ma anche un futuro come uno dei grandi crocevia mondiali dell’arte e delle idee.

Mario Codognato

BIO

Mario Codognato è stato curatore capo del Madre di Napoli e alla 21er Haus del Belvedere di Vienna (2014-2016). Ha curato numerose mostre monografiche e i relativi cataloghi di artisti contemporanei. Tra i progetti più recenti ci sono Anish Kapoor al Macro di Roma (2017), Damien Hirst alla Houghton Hall di Norfolk (2018) e alla Galleria Borghese di Roma (2021) e Georg Baselitz al Museo Palazzo Grimani di Venezia (2021). È direttore della Anish Kapoor Foundation e di Palazzo Diedo a Venezia.

Anish Kapoor (Mumbai, 1954) è considerato uno degli artisti più influenti della scena attuale. Le sue opere sono esposte nelle più importanti collezioni permanenti e nei musei di tutto il mondo, dal Museum of Modern Art di New York alla Tate di Londra, dalla Fondazione Prada di Milano ai Musei Guggenheim di Venezia, Bilbao e Abu Dhabi. Ha rappresentato la Gran Bretagna alla 44esima Biennale di Venezia nel 1990, ricevendo il Premio Duemila. Nel 1991 ha vinto il Premio Turner e ha conquistato numerosi premi internazionali tra cui il Praemium Imperiale nel 2011 e il Padma Bhushan nel 2012.

INFO
Anish Kapoor
dal 20 aprile al 9 ottobre 2022

GALLERIE DELL’ACCADEMIA
Campo della Carità, Venezia
www.gallerieaccademia.it

PALAZZO MANFRIN
Sestiere Cannaregio 5557, Venezia

Foto cover: Anish Kapoor, Shooting Into the Corner, 2008-2009. Photo Dave Morgan © Anish Kapoor. All rights reserved SIAE, 2021

Articoli correlati

Iscriviti:
la nostra newsletter ti aspetta

Ricevi approfondimenti, interviste e aggiornamenti sul mondo dell’arte. Resta informato e iscriviti subito alla nostra newsletter C’è vita su MArte.

Registrandoti confermi di accettare la nostra privacy policy.